Ombretta

Amedeo Modigliani - Renee - 1916
Amedeo Modigliani - Renee - 1916

Di Ombretta posso dirvi che è nata a Milano, che è laureata in Filosofia, che per molti anni ha insegnato italiano come lingua straniera a Monaco, dove ci siamo conosciute, e che ora vive in Senegal. Di più non ho, a meno che non sia lei a voler raccontare di sé qualcosa ancora.

 

Come amica posso dire che è la persona più estroversa e nello stesso tempo più discreta che io conosca e che le voglio molto bene, ma anche qui non aggiungo altro perché vorrei che parlasse per lei e per me la poesia che ha scritto.

 

E' da una vita che cerco le parole per dire le emozioni che mi danno i miei figli, per descrivere quella sensazione di tenere in mano l'universo quando li ho tra le braccia, ma non le trovo mai. Non le trovo io né tantomeno le trovo nelle parole dei grandi, non le trovo in letteratura, che sia romanzo o poesia, non le trovo nella psicologia, né in altre scienze, non le trovo, e di questo mi rammarico molto, nelle teoriche della differenza.

 

Questo è l'unico scritto che apre un varco in quella grandezza e in quel mistero.

 

Né voglio aggiungere di più, perché di fronte a qualcosa di tanto nuovo è meglio a volte restare in silenzio.

Un po' di tempo fa, per il compleanno di una cara amica, le ho mandato un quadro che mi ricordava qualcosa di lei. Questa cosa mi è piaciuta molto e così spesso, se penso ad una persona che mi è cara, cerco di trovare un quadro che me la ricordi. Non si tratta di somiglianza e forse non saprei dire neanche perché o cosa esattamente me la ricordi, è una cosa non istintiva ma inconscia e come tale profondamente sentita.

 

Questa volta ho scelto Modigliani e questa per me è Ombretta.